Smartworking e isolamento: come rimanere connessi al team

Lo smartworking, o lavoro da remoto, è una modalità di lavoro introdotta piuttosto di recente in Italia, ma sempre più utilizzata dalle aziende e apprezzata dai dipendenti. Lo scopo è quello di rendere il lavoro più flessibile, in termini di orari, luogo e ruoli, e dare così la possibilità al lavoratore di sfruttare il suo tempo libero al meglio. Allo stesso tempo, diversi studi hanno dimostrato come il lavoro a distanza, possa a lungo andare portare ad un senso di isolamento e solitudine. In questo articolo cercheremo di proporre delle soluzioni per evitare che questo accada. 

Momento di riflessione vs solitudine

Lavorare da casa, perché è questo che spesso significa lo smartworking, permette sicuramente al dipendente di cominciare la giornata più rilassato, magari in pigiama e gustandosi un buon caffè sul divano, mentre legge le prime email della giornata. Una ricerca pubblicata su Firenze University Press, fa notare però come la solitudine scelta autonomamente, come momento di rilassamento e riflessività, non ha niente a che vedere con quella “non ricercata (l’isolamento), fatta di rarefazione di rapporti sociali, di sistemi di significati, rituali e simboli condivisi”, che può verificarsi invece dopo un lungo periodo passato distanti dal resto del team. 

I ricercatori mettono in risalto anche un altro problema, questa volta dal lato dell’organizzazione: “il rischio è che lo smartworking accresca il working hard ma riduca il working smart, ossia l’apprendimento dall’esperienza, la soluzione dei problemi e l’innovazione.”

L’importanza del contatto umano, anche se digitale

“L’uomo è per natura un essere sociale (…) è l’unico degli esseri viventi a possedere la parola; la voce” lo sosteneva già Aristotele in Politica. Forse uno dei fattori più sottovalutati dello smartworking, nell’ottica di mantenere i dipendenti motivati e produttivi, è proprio la comunicazione tra colleghi. Certo, il lavoro “smart” prevede tutta una serie di canali digitali e supporti audio-visivi per restare in contatto con il team, ma spesso l’interazione viene ridotta all’osso. È qui che dovrebbe entrare in gioco l’ingegno di chi lavora nelle risorse umane, ma anche dei team leader, nel trovare modalità di interazione sempre nuove per mantenere affiatato il team. L’umore dei dipendenti è infatti direttamente collegato alla produttività.

L’interazione non deve per forza avvenire dal vivo, sappiamo bene che in epoca di pandemia globale, evitare gli assembramenti è cosa fondamentale. Si possono però organizzare quiz e cacce al tesoro virtuali, lezioni di cucina via skype o classi online di fitness

La soluzione di Urban Sports Club

Se siete capitati su questa pagina perché ci seguite da tempo, sapete bene che gli eventi sportivi di team-building sono il nostro forte. Con Urban Sports Club per le aziende i vostri dipendenti possono mantenere uno stile di vita sano e attivo individualmente. Allo stesso tempo, possono rafforzare lo spirito di squadra tra colleghi grazie a sport di gruppo come calcetto, beach volley, basket, padel e tanto altro. Non solo, offriamo anche una vasta scelta di classi online tenute in tempo reale dai nostri partner italiani e internazionali (moltissime svolte in lingua inglese). Una soluzione perfetta per motivare anche i colleghi che lavorano a distanza, magari da Paesi diversi. 

Contattateci per avere maggiori informazioni, siamo pronti a trovare la soluzione perfetta per la vostra realtà aziendale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi sapere di più sull’offerta per le aziende di Urban Sports Club?