Stress da lavoro? Combattetelo con queste 6 mosse!

Lo stress accumulato durante la giornata di lavoro, a partire dal “RING” minaccioso della sveglia, si traduce non solo in stanchezza, ansia e insonnia, ma anche in disturbi psicosomatici quali cefalea, bruciore di stomaco o dermatite.

Se collo rigido, spalle indolenzite e un mal di testa che parte dalle tempie e arriva fino alla nuca, vi accompagnano spesso a casa dopo una lunga giornata di lavoro, forse il vostro corpo sta cercando di dirvi qualcosa. Continuate a leggere per scoprire come combattere lo stress da lavoro con 6 semplici accorgimenti.

<!– wp:image {"id": 3067, andrà tutto bene!

1. Utilizzate una sveglia smart

Se il buongiorno si vede dal mattino, è importante evitare fonti di stress fin dalle prime luci dell’alba. Intanto, cambiate la suoneria della vostra sveglia. Siamo del 2020 e il classico “RING” dell’orologio analogico è stato sorpassato da app intelligenti come Sleep Cycle, che è in grado di monitorare il ciclo del vostro sonno e svegliarvi gradualmente solo una volta che siete usciti dalla fase REM.

Come funziona? Attraverso i microfoni del vostro smartphone, l’app analizza il suono e la vibrazione dei vostri movimenti nel letto durante le diverse fasi del sonno, distinguendo la fase di sonno pesante (REM), dalla fase di sonno leggero. Grazie a questa tecnologia innovativa vi sveglierete più riposati e pieni di energie.

Cambiate sveglia!

2. Fate attenzione alla vostra postura

Lavorare più rilassati e prevenire lo stress fisico significa anche assumere una postura di lavoro corretta. Nella pratica questo significa stare seduti comodi alla scrivania, facendo in modo che le varie parti del corpo si trovino nella loro posizione naturale. Quando si è immersi in un progetto di lavoro è però facile dimenticarsi di tenere la schiena dritta, le braccia piegate a 90 gradi con i gomiti appoggiati lungo i fianchi e i polsi adagiati sulla scrivania. 

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro ha creato una check-list che vi permetterà di verificare la correttezza della vostra postura in pochi minuti. Domande come “le spalle sono in posizione rilassata?” e “ si evita di lavorare a lungo tenendo curva la parte inferiore della schiena?” vi aiuteranno a fare un controllo veloce ogni giorno ed evitare fastidiose tensioni muscolari a fine giornata.

<!– wp:image {"id": 3069, ma per lavorare è meglio stare seduti alla scrivania!

3. Prendetevi delle pause per allungare i muscoli

Ricordatevi, durante l’arco della giornata lavorativa, di prendervi delle pause e fare due passi per sgranchirvi le gambe. È importante inoltre mobilitare schiena, spalle, braccia e collo regolarmente, facendo degli esercizi di stretching facili e veloci come quelli mostrati nel video qui sotto.

https://www.youtube.com/watch?v=gqn3d3xO_yA&t=13s
Qualche semplice esercizio di stretching da ufficio presentato da Pianeta Donna.

4. Respirate profondamente (di pancia)

In qualsiasi momento della giornata, se vi sentite sopraffatti dal carico di lavoro, se siete in ansia per una presentazione importante o se non riuscite più a concentrarvi dalla stanchezza, prendetevi un momento per isolarvi dal mondo esterno e rilassarvi. 

Esistono diverse tecniche di rilassamento, studiate per ridurre lo stress e incrementare produttività, concentrazione e creatività. Il nostro partner Trainect ci spiega in cosa consistono e come funzionano, ma soprattutto ci mostra, passo per passo, un esercizio di visualizzazione e respirazione che aiuta a ridurre lo stress e fare il pieno di energie. Non dovete fare altro che trovare un angolo silenzioso del vostro ufficio, mettervi seduti comodi e respirare lentamente e profondamente, concentrandovi sul movimento della vostra pancia. 

Concentratevi sul vostro respiro e isolatevi dal mondo esterno.

5. Evitate il traffico (quando potete)

Secondo il report ISTAT pubblicato nel 2018 e relativo agli spostamenti quotidiani degli italiani, l’auto rimane il mezzo di trasporto preferito per recarsi al lavoro, utilizzata dal 69% dei lavoratori e dal 37% degli studenti. Oltre ad essere la scelta meno ecosostenibile, l’auto costituisce, una grande fonte di stress. Il tempo passato nel traffico durante le ore di punta, seduti sempre nella stessa posizione scomoda, circondati da rumori costanti e avvolti da una nube di anidride carbonica, influisce negativamente sulla salute fisica e mentale.

Sappiamo bene che molti di voi sono costretti a spostarsi in auto per mancanza di alternative, ma consigliamo a tutti coloro che ne hanno la possibilità di andare a lavoro a piedi o in bicicletta per attivare i muscoli, rilasciare la tensione e cominciare o concludere la giornata lavorativa con più grinta. I trasporti pubblici sono sicuramente una scelta più green dell’automobile, ma se utilizzati nelle ore in cui bisogna farsi largo tra la folla sgomitando, non risolvono di certo il problema dello stress.

Andare al lavoro in bicicletta aiuta a cominciare la giornata senza stress!

6. Fate sport regolarmente

Non ci chiameremmo Urban Sports Club se non vi consigliassimo di condurre una vita sana e attiva. Lo sport gioca un ruolo fondamentale nella riduzione dello stress, aiuta a rilasciare la tensione e a dissipare le emozioni negative attraverso la respirazione e la concentrazione (pensate a sport come lo yoga e il nuoto) e l’incremento di endorfine (negli esercizi di cardio come la corsa e il ciclismo). Senza contare che gli obiettivi fisici e mentali raggiunti attraverso lo sport contribuiscono ad aumentare l’autostima. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi sapere di più sull’offerta per le aziende di Urban Sports Club?